Panama a Paname

panama rosa negozio panama nastriVi avevo già anticipato dell'origine del termine colloquiale con cui i Parigini chiamano la loro adorata città, Paname. Oggi vorrei approfondire un po' questa tendenza veramente radidicata. All'inizio del ventesimo secolo, i Parigini adottarono la tendenza del cappello detto "Panama", importato dagli operai che risalivano appunto il canale omonimo dell'epoca. Il cappello, in fibra intrecciata di palma nana ed originario dell'ecuador, prende il suo nome, origianariamente dalla città dove veniva commercializzato. Adesso, so di parlarvi continuamente del meteo, ma sembra che da qualche giorno l'estate (ed ebbene si, anche qualche zanzara) cominci a farsi sentire e niente è più indicato di un cappello fresco per proteggersi dal sole cittadino. Ricorrere al Panama sembra dunque naturale qui e mi sono presa la libertà di scovare un paio di indirizzi culto per trovare quello giusto. Il primo  è la cerise sur le chapeau, nella zona del 6° arrondissement, un atelier dove poter customizzare e scegliere forma, colore, materiale e decorazioni del vostro cappello. L'altro indirizzo culto è Anthony Peto, un vero e proprio cappellaio matto, con clienti celeberrimi come Prince. Colorato o classico, meglio in tesa larga e più indicato in materiale high tech, il panama vi dona istantaneamente quel tocco di eleganza rilassata tipica della città. non resta poi che godervi l'estate!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>