what the hat?!

Dopo un accenno di primavera, le temperature ritornano vertiginosamente a livelli minimi per la stagione e Il freddo non da tregua ai berlinesi. Il loro misto tra street style, vintage e “non mi importa un accidente di quello che pensate voi” di cui vanno fieri e che adoro, si gode ancora un po’ di letargo. Il cappotto ci ha stufati e lo vorremmo tanto appendere nell’armadio; gli stivali pesanti avrebbero bisogno di un po’ di riposo, ma dobbiamo saper aspettare. Armati di pazienza e fiduciosi nell’arrivo di una nuova primavera, continuiamo a giocare con gli accessori. Uno in particolare, denota sicurezza, personalità e stile: il cappello. what_the_hat_bombetta1 what_the_hat_bombetta2Come sappiamo, non è solo un pratico oggetto per ripararsi dal freddo, ma il completamento del look. D’inverno abbiamo visto il versatilissimo e unisex Fedora, il Colbacco e la Cloche. what_the_hat_sailor1 what_the_hat_sailor4 what_the_hat_sailor2 Per la stagione attuale i primi in classifica di questa ricerca per le strade di Berlino sono: il Toque, la Bombetta e il Docker cap (o berretto da navigatore). Quest’ultimo, arrivato dritto dritto dagli anni ’80 (ricordate i Dexys Midnight Runners e la loro “Come on Eileen”?) non manca nell’armadio di ogni vero appassionato di moda a Berlino. what_the_hat_toque2 what_the_hat_toque3what_the_hat_toque4Qualunque sia il modello che indossiate, portarlo con disinvoltura, farà di esso una scelta vincente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>