Oculus – il nuovo 3D

Abbiamo provato a Berlino uno dei primi prototipi di Oculus, l’invenzione nata da un hacker diciannovenne con la passione per i giochi 3D e da John Carmack, il programmatore che negli anni ’90 riuscì a scrivere un videogame che si svolgesse in uno spazio tridimensionale. Dopo infiniti tentativi e prototipi, ecco il primo risultato ufficializzato: una sorta di casco/maschera con cuffie e sensori in grado di immergere il giocatore in una nuova realtà.

Oculus_insidePer ora ci sono solo delle simulazioni, delle demo nelle quali ci si può spostare nello spazio, si siede in un’auto o si percorre una miniera. L’immersione è completa e istintivamente si va alla ricerca di un confine, un limite di questo spazio. Ma Oculus è progettato proprio per non averne. Girando la testa in qualsiasi direzione, si vedrà sempre una parte del panorama della demo. Ad esempio se guardando verso l’alto si vedrà il cielo (se la simulazione è all’aperto) e verso il basso, le gambe del giocatore.

Oculus_sideOvviamente Oculus ha i dei limiti. La risoluzione non è ancora abbastanza alta, lo spostamento avviene tramite controller e non riconosciamo il corpo che vediamo come nostro. Inoltre, nel prototipo che abbiamo provato, c’è uno scarto di qualche millesimo di secondo tra lo spostamento del capo e l’immagine trasmessa. Questo lasso di tempo è impercettibile all’occhio umano, ma ben chiaro al cervello, il quale nota che qualcosa non va e  potrebbe causare una sensazione di nausea dopo l’utilizzo. Il problema è stato già risolto e non sarà presente nel prossimo prototipo.

Oculus_works_howCome già per Whatsapp, Instagram e molti altri, Facebook non poteva certo farsi scappare Oculus Rift. Una spesuccia da 2 miliardi di dollari per uno Zuckerberg in vena di shopping. Scherzi a parte, il magnate di FB crede molto nel team di Oculus, perché per quanto possano essere andati avanti, ci sono ancora molte sfide tecnologiche da risolvere prima che la realtà virtuale possa diventare un medium sociale vero e proprio.

Oculus_movingLa scommessa di Carmack degli anni ’90 è stata vinta? Certo è stato ripagato di tutti gli sforzi! E sarà vero quello che dice il giovane hacker Luckey: “credo che la gente abbia sempre voluto fare esperienza dell’impossibile”? Le sceneggiature dei film sul futuro sembrano molto realistiche ora…

Oculus_works

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>