A scuola di make-up – Lesson 8 – L’Ombretto

Se il BEL giorno si vede dal mattino, il lunedì, con le nostre LEZIONI MAKE-UP ormai seguitissime, E' SEMPRE UN BEL GIORNO!!! Ben ritrovate! Le più attente sapranno che da lunedì scorso ci stiamo occupando del make-up degli occhi, quindi rullo di tamburi, eccoci finalmente al nostro amato OMBRETTO! Amiche quanti ne avete? quanti colori iniziati e tenuti li?... secondo noi, non esiste al mondo una donna che abbia mai comprato un rossetto o un ombretto perchè lo ha terminato, ma ne compriamo sempre più di quelli che usiamo perchè davanti a certi colori, a certe attese di bellezza ed effetti sexy, proprio non riusciamo a trattenerci. E le case cosmetiche ringraziano!!! :-) Ma torniamo a noi... Come tutte sapete, l'ombretto è un prodotto cosmetico magico, che permette di creare ombre, chiare o scure, per ottenere una serie di effetti ottici come per esempio: accentuare l'espressività dell'occhio, conferirgli più o meno luminosità e profondità. Va da sè che i colori chiari mettono in evidenza l'occhio ma ne attenuano l'intensità, mentre i colori scuri nascondono le imperfezioni e sottolineano colore e forma!!!  Di ombretti ce n'è di tanti tipi: ombretto in polvere compatta, ombretto in polvere libera, ombretto in crema, ombretto matitone, ma quello che in assoluto sentiamo di consigliarvi è quello in POLVERE! La polvere aderisce perfettamente su un occhio con una buona base e permette incredibili sfumature. Il limite è solo la fantasia (e il buon gusto) ma ci si può davvero sbizzarrire creando gli effetti e gli accostamenti di colore più diversi. Di colori ce n'è una infinità, ma se dovessimo dividerli in macrofamiglie, questi si ridurebbero a tre: ombretti opachi, ombretti satinati e ombretti perlati. Gli ombretti perlati sono perfetti per le ragazze e le giovani donne, meglio che non vengano usati dalle donne mature perchè accentuerebbero e sottolineerebbero le naturali rughe che con il tempo si creano sulla palpebra. Gli ombretti opachi e satinati vanno bene per tutti! Quanto ai colori, questi dovrebbero essere scelti in base a tre elementi: colore dei capelli, colore dell'incarnato e colore degli occhi. Un esempio pratico: chi ha pelle e occhi chiari (grigi, verdi, celesti) dovrebbe preferire colori neutri con riflessi naturali, chi invece  ha pelle e occhi scuri dovrebbe preferire le tonalità calde e vivaci per conferire luminosità. Applicare l'ombretto non è semplicissimo! L'utilizzo base/quotidiano prevede che l'ombretto venga applicato sulla palpebra con un tono più scuro verso l'angolo esterno. L'ombretto segue sempre l'applicazione della matita per gli occhi sia per una questione di tenuta dell'ombretto stesso, sia perchè con la matita si può modificare la forma stessa dell'occhio, quindi ridefinire l'area di applicazione dell'ombretto. Qualche suggerimento... da donna a donna!!! Ricordate di applicare l'ombretto con il suo apposito applicatore o con un pennello professionale. Tirate sempre bene la palpebra superiore per applicarlo al meglio evitando le pieghe. Una volta applicato l'ombretto passate con tocco leggerissimo un pennello 'sporco' di fard per conferire naturalezza alla palpebra e come tocco finale... acquistate un ombretto color beige rosato da applicare sotto la palpebra inferiore... conferirà luce e sensualità al vostro sguardo qualsiasi sia l'ombretto utilizzato e l'effetto voluto sulla palpebra superiore. Che la bellezza sia con voiii!!!    

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>