Fashion photography da Londra firmata Miles Aldridge

miles-aldridge-3

Alla Somerset House di Londra è in corso una retrospettiva dedicata a Miles Aldridge, artista e fotografo di moda di matrice anglosassone decisamente eclettico (in tanti lo accostano al regista David Lynch).

Aggirandosi per le sale della mostra, si viene subito catturati dalla scelta dei colori: forti e vivacissimi. Si tratta di un vero e proprio universo in technicolor, che risulta al contempo irreale e vivo. Infatti, la maggior parte delle fotografie di Aldridge ritrae donne, o meglio casalinghe che sfoggiano look glamour mentre compiono atti di disperazione o ribellione.  Le loro espressioni sono rivelatrici del loro disagio: urlano, hanno sguardi vuoti e tristi o estremamente provocatori. Non a caso, il titolo della mostra è 'I only want you to love me', ovvero 'Voglio solo il tuo amore'.

Proseguendo nella visita, si possono ammirare anche alcuni dei suoi lavori precedenti che esplorano la sensualità e la seduzione così come gli stereotipi pubblicitari ce la propongono. I titoli delle fotografie sono rivelatori e rimandano ad una critica della società di oggi e ai suoi (dis)valori quali consumismo, superficialità ed eccessi.

Nel complesso, nonostante i colori brillanti e il loro accostamento per complementarietà trasmettano un senso di entusiasmo, la scelta dei soggetti e delle tematiche smorza i toni e lascia l'amaro in bocca, costringendo lo spettatore a riflettere sui tempi moderni e sulla cultura di cui si nutre.

miles-aldridge-londra Aldridge_mostra aldridge_a_drop_of_red__2 miles-aldridge-Londra    

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>