Le Birkenstock

Ma come ha fatto a non venirmi in mente di parlarvene prima?! Mi trovo proprio nella loro patria, eppure sarà stata l’abitudine di vederle o di averle ai piedi, che non avevo mai pensato di farne un post… In Italia le indossavo molto di più, per via del clima, qui devo ammettere che ci sono meno occasioni per andarci in giro. Io sono una tipa da “piedi gelati” perciò in casa d’inverno sono la mia salvezza grazie alla suola spessa. Insomma tra in- e outdoor, le indosso praticamente tutto l’anno. Comode, indistruttibili e disponibili in infiniti modelli (aperte, chiuse, colorate, tinta unita) ce ne sono per tutti i gusti. Ok, magari non per tutte le occasioni… birkenstock_infraditoCredo di averle indossate con qualsiasi tipo di indumento, su qualsiasi tipo di pavimentazione e in ogni condizione climatica sopra i 15 gradi centigradi. Sole, pioggia, sabbia, erba, asfalto milanese e berlinese, più le hanno segnate dal tempo, più le hanno rese belle, un po’ come capita solo a certi attori. birkenstock_infradito_mie birkenstock_sandalo2 A proposito di attori: andate a dare un’occhiata in internet e vedrete che le indossano celebrità e fashion victim di tutto il mondo. E poi, una volta per tutte, smettiamola di associarle al crucco col pedalino! Non è solo una scarpa da convento, ma un dettaglio che completa e direziona un look, rendendolo sportivo, rilassato e schiavo solo della comodità. Grandi stilisti le hanno rivisitate e prodotte in versioni ultralusso, per le loro passerelle. birkenstock_sabot_mie birkenstock_francescano_color Il direttore dello sviluppo del prodotto e del merchandising Birkenstock risponde così, a chi gli chiede, come vede il boom che sta vivendo in questo momento la sua azienda: “E’ interessante, perché noi non seguiamo la moda. Quando ti viene incontro è più tipo, ‘oh mio dio, la gente pensa che sia trendy’ ”. Potete trovare queste splendide calzature in vendita su ShoppingDONNA.it, scoprite i modelli qui birkenstock_chiara2 birkenstock_logo

Un pensiero su “Le Birkenstock

  1. Simpatica recensione, ma... le Birkenstock autentiche (no imitazioni) pur dopo lunghi tentativi di addomesticarle torturano i miei piedi, dopotutto normali, NON patologici e non sofferenti con altre calzature. Qua invece leggo due volte nel testo: "comode" e "comodità". Ma a quanto pare siamo tutti diversi e - prescindendo da ogni considerazione estetica che può farle gradire e amare - non vedo come la loro "comodità" possa essere assunta come scontata. Curiosità m'induce a trovare articoli (a firma del podologo Howard Hillstrom) che tentano di stimare la comodità delle Birkenstock su un campione statistico di soggetti normali presi a caso concludendo che circa un quarto delle persone non le trova poi così comode, neanche dopo un idoneo periodo di assuefazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>