Lusso ecofriendly al GreenShowroom

Nella splendida cornice dell’Hotel Adlon, situato davanti alla Porta di Brandeburgo, :) GreenShowroom ha presentato nell’ambito della Berlin Fashion Week una selezione di marchi premium contraddistinti per ecocompatibilità e qualità socialmente responsabili nel settore lusso - moda, accessori, bellezza e stile di vita. I suoi ideatori considerano infatti la combinazione di lusso e sostenibilità come unica prospettiva orientata al futuro. In questo contesto, le componenti “green” sono evidenti ed essenziali. Il fulcro dell'evento è l’alto livello della qualità delle collezioni. greenshowroom_hotelAdlon greenshowroom_bianconero greenshowroom_abitosera La mostra si sviluppa su più suite, che offrono ai visitatori meravigliosi scorci nelle camere d'albergo e permette loro di assumere il ruolo di esploratori. Le etichette partecipanti presentano le loro collezioni nelle camere luminose e ariose non solo su appendiabiti, ma anche negli armadi aperti; accessori e articoli di bellezza sono disposti sui letti. Mentre i bagni di lusso servono come spogliatoi, i comodi divani nei salotti sono ideali per occuparsi del business e tenere discussioni. greenshowroom_business greenshowroom_borse_camera_aria_grossa greenshowroom_scarpe_bagnoL'espositore deve essere in grado di coprire aspetti ecologici, sociali e di trasparenza a livello di sostenibilità, per poter partecipare alla fiera. Ovvero la riduzione dell’impatto ambientale in tutte le fasi della vita del prodotto (materia prima, produzione, finitura, utilizzo e smaltimento); la moda progettata e prodotta in condizioni che rispettino i diritti umani e il supporto continuo di uno sviluppo sostenibile; l’esecuzione più trasparente possibile di tutte le operazioni di fashion business. greenshowroom_borse_camera_aria greenshowroom_borse_finlandia Un mix di accessori multiforme: pelle in rabarbaro, salmone organico e delizie artigianali. Gli accessori e i marchi in pelle mostrano gli ultimi sviluppi nel loro campo e la sorprendentemente varia possibilità di trasformazione del materiale. Come Real Blush di Jana Keller, per esempio, che sperimenta pelle di salmone biologico. O Deepmello con il processo di concia ecologica sulla base dell’estrazione della radice di rabarbaro, vincendo l'etichetta di distribuzione internazionale per la sua “pelle di rabarbaro” appunto. Nel frattempo, l’istituito di calzature austriaco con marca Think! e gli specialisti calzaturieri tedeschi Theo & Mo  si affidano allo scrupoloso mestiere del lavoro manuale, così come alle finiture effettuate singolarmente. Nuovo sulla scena l’etichetta svizzera Løndstrupp con pelle e accessori fatti a mano e prodotti in una piccola fabbrica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>