Settimana Moda Milano: quarta giornata – Emporio Armani, Antonio Marras e addio a Raf Simons

Sabato a Milano splendeva un sole a dir poco primaverile. L'affluenza alle sfilate della Settimana della Moda è stata altissima grazie al richiamo dei più grandi nomi del fashion nazionale e non: Bottega Veneta, Emporio Armani, Mila Schon, Sportmax, Jil Sander, Silvio Betterelli, Massimo Rebecchi, Antonio Marras, Ter et Bantine, Emilio Pucci. Di grande impatto la sfilata Emporio Armani, che inneggia ad un ritorno alla sobrietà contestualizzata con il momento di crisi che sta vivendo il Bel Paese. Re Giorgio veste la sua donna con vestiti a trapezio in taffetà, smanicati in tulle con decorazioni floreali applicate o bermuda slim con pinces e tasche laterali, neri e maschili. Questi si portano con collant ultracoprenti e bluse in seta a piccole balze e maxi fiore colorato centrale che sbucano sotto deliziose giacchine velvet peso piuma. Completano il look baschi in satin e borse gioiello piatte e geometriche. Per rimanere con i piedi per terra sia metaforicamente che non:  mocassini flat e ultra-chic! L'ultima collezione disegnata da Raf Simons per Jil Sander conquista tutti.  L'annuncio della separazione tra la maison Jil Sander e il suo direttore creativo Raf Simons ha fatto schizzare alle stelle l'attesa e la curiosità per quello che resterà il suo ultimo show per la griffe. Quella che sfila in passerella è una proposta invernale insolita, in cui domina la leggerezza dei tessuti e la destruttura nelle linee: abiti-trench color cipria che esaltano la carnagione o abitini a trapezio in seta color carta da zucchero. Cappottini rosso fuoco o rosa pesca dai volumi importanti avvolgono come una nuvola la figura: ai piedi decolléte con cinturini alla caviglia e pelle metallizzata regalano un piacevole contrasto con il resto dell’outfit da signora aristocratica. Il pubblico saluta l'uscita dello stilista con una standing ovation. Simons ricambia con gli occhi lucidi e con lacrime di commozione. Infine, Antonio Marras dedica la sua collezione alla cantante e attrice italiana Milly, una donna dallo stile eccentrico, fantasioso ma equilibrato. Patchwork di tessuti, colori e materiali sposati tra di loro con estro e garbo e una serie di capi mixabili e interscambiabili tra di loro senza fatica, per una collezione che piacerà a donne intelligenti e fuori dagli schemi. [gallery link="file" order="DESC" columns="2" orderby="ID"] Da donne a donne, la Settimana della Moda Milano non è ancora finita! A presto con il look delle ultime giornate!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>