Ecco perché non sono Punk.

Voi non lo sapete ancora, ma io ho un animo punk.
Ho avuto i capelli verdi e ho il corpo bucherellato da piercing vari, tutti rigorosamente fatti da me, perché così "controllo io, mi sento più sicura"... (E non dite che sono pazza ché tanto l’unico ad aver fatto infezione è stato il buco all’orecchio dell’orafo, che poi ho fatto chiudere!).
Insomma amo tatuaggi, creste e capelli rasati, magari con due treccine che spuntano di lato.

"Forse Londra è un buon posto per esprimere la vera me!" ho pensato. lo so che non sembra, a vedermi, ma il mio cuore si agita, pieno di emozione, per queste cose. E qualche giorno fa speravo di uscire da una delle più note catene di parruchhieri londinesi con un taglio super cool-punk. Invece mi ritrovo con un caschetto bon ton! Perché?

Insieme

catalogo2

Appena entrata nello shop, il direttore artistico della Tony&Guy Academy, Mattia Esposito, mi ha accolto con un sorriso e mi ha subito fatto domande cruciali... Voleva capire se sono una di quelle che passa 20 minuti ogni mattina con phon in mano e va dal parrucchiere una volta alla settimana. Ma io credo che avesse già capito che io, appena sveglia, passo 20 minuti col calzino in mano perché mi appisolo di botto sul bordo del letto e che dal parrucchiere con tale frequenza, ci vado solo se me ne innamoro.
Di solito vado in piscina tre volte alla settimana e, anche per questo, pare che mi pettini con le bombe a mano. 

Intimamente speravo di uscire da lì con una crestina tinta di rosso fuoco e una rasatura sull’altra parte del capo. Ma così non è stato. Mattia aveva tutta un'altra idea.

Toniguy_seduta

Mattia, a Londra a guidare il team di creativi di Toni&Guy da diversi anni, ha ritenuto più opportuno un taglio semplice e low-maintainance. Così ho un nuovo caschetto finemente studiato nei particolari. Tutti mi dicono che mi dona moltissimo e che lo studio e l’arte si vedono tutti nella scelta “azzeccata” dellla lunghezza del taglio e ringraziano il cielo che io non abbia creste.

Vabbé, che esagerati, una crestina punk non ha mai fatto male a nessuno...

Foto di Flavio Gilardoni

Un pensiero su “Ecco perché non sono Punk.

  1. mah siii, punk's not dead, basta esserlo nell'anima! Brava Farina ;)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>