La Nightlife Newyorkese: consigli per entrarci

Il nome è già un programma ...nightlife newyorkeseeee.... uuuu sembra un suono onomatopeico che si trascina ma con colpi di scena, come in effetti la notte a NEW YORK è!
Non sai mai cosa aspettarti, nel bene o nel male ti sorprende sempre.

Ovviamente di locali ce ne sono per tutti i gusti, dai posti in cui si balla aren’b e puoi andarci vestito casual, ti puoi scatenare e ballare fino a svenire, a quelli in cui se non tieni la schiena dritta non ti fanno entrare.
Succede anche questo a New York, nella città della trasgressione, del tutto è concesso, della libertà di espressione, fanno una dura selezione all’ingresso.

Due sono le categorie di persone che bisognerebbe conoscere a New York per godere della dolce americana vita notturna:
- i buttafuori, figure mitologiche, i polifemo della NIGHTLIFE, diversamente da ciò che si immagina  oltre ai tipacci grossi e dall’aspetto poco raccomandabile, la più temibile e nota è una lei, una bionda alta e magra, incorruttibile, che ogni settimana ripete la stessa storia: “c’è un private party, non c’è modo di entrare” e poi dentro non solo non c’è nessun private party ma non c’è neanche un’anima viva... ma è così, se non conquisti lei, puoi tornatene a casa senza neanche provarci.

doormen

- e i promoter, i traghettatori delle anime, ti organizzano la serata, ti fanno entrare, ti danno il tavolo, ti fanno bere (da stare male) e non paghi un dollaro, unica condizione è che tu sia donna.
E nonostante queste due conoscenze devi essere pure pretty, devi esser vestita nuda o devi sperare che la tua faccia non irriti i temibili doormen.

pretty girls in line

Diciamo che non è facile, ma c’è un modo per raggirare l’ostacolo, ed è così che ti si spalancano le porte anche del più cool dei locali di Manathann: a ballare bisogna andarci presto, invece di fare due tappe, il preclub , fatelo nel club e non avrete alcun problema a festeggiare tutta la notte.
E a New York può capitarti davvero di tutto, puoi entrare in un piccolo bar, accogliente come un salotto e vederti piombare addosso qualcuno che ti vieta di scattarti il solito selfie... ma il perché è più che nobile dal quello di limitare la selfiemania, sulle pareti ci sono dipinti originali dell’amatissimo Andy Warhol, ed è una cosa pazzesca se ci sofferma a pensare.
Qui  accade davvero di tutto ma per saperne di più vi rimando al prossimo post...

io e la giorgi

1461038_268164173331900_183502436_n

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>