Sunday Papers Live. Nostalgie italiane

Lo comprate il giornale nel fine settimana? Io quando ero in Italia amavo l’edizione domenicale del Sole24Ore e IO donna del sabato pomeriggio. Erano pubblicazioni diverse da quelle che leggevo durante la settimana: adatte al relax, alla scoperta e al languore di cui mi immagino pieni i miei fine settimana ideali.

Qui a Londra il giornale di carta non lo compro ancora, non so bene perché... non mi pare una cosa indispensabile per ora.
Sunday papers LondraQui l’idea della mollezza dolce delle letture domenicali ha ispirato un gruppo di organizzatori di eventi dal nome evocativo: “Secret Production” a creare dei Newspaper che diventano realtà.
Un evento dove gli articoli che si potrebbero trovare in uno stampato per il week end prendono vita in una serie di “Secret Forums” accompagnati dal tipico cibo domenicale.

È il classico Sunday Roast rivisitato (ma non fatevi idee strane, è pur sempre Inghilterra...) passeggiate e luoghi ricchi di relax a cui attingere a piene mani. I talks durano tutto il pomeriggio e ce ne sono diversi in contemporanea, se preferite rilassarvi completamente ci sono perfino i massaggi e in ogni caso, il gatto di casa è caldamente invitato a partecipare.

garden

E ora svegliatevi dal sogno, cari ragazze e ragazzi perché qui arriva il bello... Il costo della sola partecipazione è di 33 pound. Ho detto trentatré valorosissimi pound. Se poi non volete morire di fame e di sete dovete aggiungere moneta sonante per accedere al brunch. Questa è Londra.

Più volte ho avuto l’impressione che la capitale d’Oltremanica fosse ben poco gentile con chi non aveva le tasche piene di grano, wheat per l’occasione, e questa mi pare l’ennesima dimostrazione. Sono ben lontani i corsi aperti a tutti organizzati da gruppetti di persone speciali che ho incontrato a Milano o a Roma, ad esempio quelli di Serpica Naro che per pochi euro ti insegnavano un sacco di cose.

secret forum Londra

È vero, non ci sono ancora andata al , ma il prezzo mi sembra davvero proibitivo e sono certa che non tutti possano permettersi domeniche del genere. Sì, insomma, mi pare una cosa un po’ posh per quelli che la domenica non possono o non sono in grado di organizzarsi un rilassante picnic al parco con gli amici. Io ci vado con i miei, quelli veri, anche se non parlano di filosofia e non suonano il violino.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>