Riaprono le prime otto sale dei Nuovi Uffizi

AVVISO PER LE AMANTI DELL'ARTE: riaprono finalmente, dopo un lungo intervento di restauro e allestimento durato svariati anni, le prime otto sale espositive dei Nuovi Uffizi. Le sale sono state dipinte di blu e si distinguono nettamente dalla bicromia bianco e nera voluta da Vasari, l'architetto aretino che ha progettato il grande complesso. Il progetto di restauro dei Nuovi Uffizi non è però terminato, in programma c'é il riallestimento di altre decine di sale. uffizi firenzeCome é stato spiegato nel corso della cerimonia di inaugurazione delle nuove sale alla quale hanno preso parte, tra gli altri, la sovrintendente al polo museale fiorentino Cristina Acidini, il direttore degli Uffizi Antonio Natali, l'assessore dalla Toscana alla cultura Cristina Scaletti, il vicesindaco di Firenze Dario Nardella, durante gli anni dell'intervento preparatorio, la Galleria non ha mai chiuso le sue porte al pubblico; una scelta adottata per evitare alla città pesanti ricadute sul piano economico e culturale. "I tempi per raggiungere quanto presentiamo oggi sono stati lunghi - ha detto Acidini - il cammino è stato accidentato e sappiamo già che non sarà breve né semplice completare il lavoro negli anni a venire. Con l'apertura delle Sale degli Stranieri siamo ancora alla classica punta dell'iceberg: ma il primo passo è stato compiuto ed il resto dei risultati, adesso, sarà progressivamente in arrivo". Amiche, non vediamo l'ora di ammirare la Galleria senza le indispensabili strutture di cantiere. Natale a Firenze tra arte, moda e tradizione!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


(required)

Acconsento al trattamento dei miei dati per le finalità art.3c

Desidero essere contattato e ricevere comunicazioni promozionali dalla società art.3b

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>